Calendario Eventi

FAKE NEWS

mercoledì 8 gennaio

Come si sono evolute le tecniche del controllo sociale, 

e in che modo influenzano la tua vita?

Con quali tecniche i potenti orientano le tue scelte? 

Che cosa si nasconde dietro l’attuale battaglia contro le fake news?


Il confine tra informazione e propaganda è sempre più sottile e si susseguono sempre più numerosi i tentativi di censurare il web. Eppure, i primi a mentire all’opinione pubblica sono proprio i media mainstream.

Enrica Perucchietti analizza il rapporto tra i mezzi di comunicazione, il potere e le strategie del controllo sociale, dimostrando il reale intento della battaglia contro le fake news: reprimere il dissenso e censurare l’informazione alternativa, impedendo alle persone non solo di esprimersi, ma persino di pensare. L’attuale battaglia contro le fake news strumentalizza la questione del cyber bullismo da una parte e il dilagare di bufale sul web per portare all’approvazione di una censura della Rete arrivando a ipotizzare l’introduzione del reato d’opinione, una forma moderna di psicoreato.

Lo scopo è quello di continuare a manipolare l’opinione pubblica e in particolare orientare i cittadini nelle loro scelte in modo che non si sveglino e soprattutto che non esprimano il proprio pensiero in modo libero e critico.


Dobbiamo quindi essere consapevoli di essere immersi nella propaganda e che se non vogliamo ritrovarci in una società distopica come quelle immaginate da saggisti e romanzieri visionari, siamo ancora in tempo a “svegliarci” e riappropriarci del nostro futuro, sapendo che anche la libertà, come la verità, richiede un impegno costante.


Enrica Perucchietti: vive e lavora a Torino come giornalista, scrittrice ed editor. Laureata con lode in Filosofia, è caporedattrice del Gruppo Editoriale UNO. 

È autrice di numerosi saggi di successo, tra cui ricordiamo: FAKE NEWS; Cyberuomo. Dall’intelligenza artificiale all’ibrido uomo-macchina; Governo Globale; La fabbrica della manipolazione; UNISEX; Utero in affitto; FALSE FLAG. Sotto falsa bandiera.

Il suo sito è: www.enricaperucchietti.it

Il suo blog è: enricaperucchietti.blog